I sopralluoghi in video

Le tappe dei nostri primi sopralluoghi lungo la Linea Verde

Questi sono solo alcuni dei luoghi e delle storie che abbiamo raccolto durante i nostri sopralluoghi.

Punta Bianca

Quel che resta dell'imponente batteria di cannoni navali Dante De Lutti, osservatorio e bocche di fuoco a protezione della foce del fiume Magra e del segmento di Mar Ligure che, di fatto, costituiscono l'estremo occidentale della Linea Verde.

Carrara

Città di grande importanza per la storia della Linea Gotica e per i movimenti di resistenza italiani. Oltre a ciò che rimane dell'architettura militare, è di fondamentale importanza il ricordo della rivolta delle donne di Piazza delle Erbe che, nell'estate del 1944, si opposero allo sfollamento della città fortemente voluto dagli occupanti nazisti.

Forte Bastione

Fortezza ottocentesca in totale stato di abbandono, durante la Seconda Guerra Mondiale venne utilizzata come osservatorio dalle truppe nazifasciste per fermare l'avanzata delle forze anglo-americane.

Borgo a Mozzano

Straordinariamente fortificato dall'Organizzazione Todt, conserva alcuni tratti intatti delle fortificazioni militari della Linea Gotica oltre al suggestivo Ponte della Maddalena, meglio conosciuto come Ponte del Diavolo, sopravvissuto alla follia distruttiva della guerra.

Campo Tizzoro

Ospitò la SMI (Società Metallurgica Italiana), fabbrica di munizioni prima italiana poi passata sotto il controllo tedesco durante l'occupazione. Sotto al paese si estende un vasto labirinto di gallerie che costituivano i rifugi anti bombardamento per gli operai. All'interno dei rifugi è ancora possibile vedere oggetti e spazi del periodo, perfettamente conservati.

Futa

Il Passo della Futa fu uno dei valichi della Linea Gotica più pesantemente fortificati dall'esercito nazista. Oltre a quel che è possibile vedere oggi (alcuni bunker e una parte di un fossato anticarro), giace il Cimitero Germanico della Futa. Il cimitero, opera dell'architetto tedesco Oesterlen, ospita le spoglie di più di 30.000 soldati tedeschi caduti durante la campagna d'Italia.

Camaldoli

Il suo celebre Eremo ospitò centinaia di civili e fuggitivi dai campi di prigionia tedeschi. Fu isolato e pesantemente fortificato durante l'occupazione.

Gradara

Si trova il Gradara War Cemetery che ospita i corpi di oltre 1000 caduti alleati provenienti da diverse nazioni.

Riccione

Fu teatro di forti scontri tra i nazisti e i soldati del Royal Canadian Regiment. Attorno alla città si trovano alcune testimoniaze della Linea Gotica e il Cimitero di Guerra Ellenico in cui riposano i 114 soldati della 3° Brigata Greca.

Punta Marina

Lungo questo tratto di costa è possibile vedere i bunker e le fortificazioni meglio conservate dell'estremo nord-orientale della Linea Verde. Anche in questo caso, le strutture furono costruite con l'impiego dei lavoratori italiani della Todt appoggiata da diverse imprese locali.


Stiamo programmando una seconda sessione di sopralluoghi per settembre 2019, con l'intento di raccogliere altre immagini e altre storie. Se stai guardano questa pagina e ti interessa il nostro programma per i futuri sopralluoghi, contattaci attraverso questo modulo.

© Copyright 2019 La Sottile Linea Verde